#WeAreOpenStack

#WeAre Public Cloud provider OpenStack

L’utilizzo di OpenStack è in continua crescita. È fra i maggiori progetti open source del mondo per il numero di contributi e l'obiettivo perseguito: offrire una serie di strumenti per implementare e utilizzare infrastrutture Cloud. OVH ha iniziato a utilizzare OpenStack nel 2012, due anni dopo il rilascio di questa tecnologia. Leader europeo dell'hosting e terzo a livello mondiale, OVH è uno dei principali operatori OpenStack tra i provider Public Cloud. L'esempio di OVH non è molto diffuso all'interno della Community, dove la maggior parte degli utenti utilizza OpenStack per soluzioni Cloud on premise.


#WeAre membri della Fondazione OpenStack

Nel 2014 siamo entrati a far parte della Fondazione OpenStack allo scopo di condividere la nostra esperienza, in particolare relativamente alle principali problematiche con cui la Community si confronta: high availability, isolamento delle risorse e scalabilità.


#WeAre Infrastructure Donor

Alla fine del 2015, OVH ha iniziato a supportare il progetto fornendo risorse Cloud per alimentare uno strumento essenziale della Community: il sistema di integrazione continua. I 30.000 task job lanciati ogni giorno da questo sistema per compilare e testare le patch di migliaia di contributor, vengono in buona parte elaborati nei datacenter OVH... su istanze OpenStack! Un utilizzo che rappresenta un vero e proprio caso da manuale per il Public Cloud OVH, progettato appositamente per rispondere a forti sollecitazioni in modalità "on demand".

#WeAre fieri di annunciare

100
petabyte

di dati fisici salvati grazie a Swift

150.000
istanze attive

a marzo 2017

Public Cloud
Archive

per archiviare dati a lungo termine.
1° soluzione di storage a freddo basata su OpenStack

#WeAre innamorati di OpenStack

2012 - Swift

OVH alla ricerca di una soluzione di storage scalabile

Alla fine del 2011 OVH presentava hubiC, la sua soluzione per lo storage di file online dal successo strepitoso: entro un anno aveva già sedotto ben 130.000 utenti e gli oltre 40 Tb di dati salvati ogni settimana mettevano a dura prova l’infrastruttura del servizio, rivelando il bisogno di più scalabilità rispetto alla soluzione tecnica scelta inizialmente. I team OVH hanno quindi rivolto lo sguardo verso OpenStack e al modulo del progetto dedicato allo storage: OpenStack Swift. Ed è proprio questa la tecnologia attualmente utilizzata da hubiC, che nel frattempo ha raggiunto gli 800.000 utenti.

2014 - Compute

Istanze high performance on demand

Nel 2013, OVH ha continuato a esplorare i moduli del progetto OpenStack per rispondere a esigenze interne e costruire la sua primissima offerta Public Cloud. A partire dal 2014 OVH proponeva, all'interno del suo "Innovation Lab", le prime istanze on demand. Istanze high performance e gestibili, a scelta, dallo Spazio Cliente OVH, dall’interfaccia di Horizon o tramite le API OVH e OpenStack.

2015 - Scaling

Crescita esponenziale dell’infrastruttura OpenStack

L’offerta Public Cloud OVH, che si distingue per la garanzia del "no noisy neighbour" (risorse dedicate) e per una fatturazione semplice e trasparente, ha avuto grande successo nel 2015. I nostri team hanno quindi iniziato a lavorare allo sviluppo dell’infrastruttura sottostante e ad adattare alcuni aspetti al funzionamento di OpenStack. Il traffico nord-sud di Neutron, ad esempio, è stato trasferito agli hypervisor, e gli ingegneri OVH hanno lavorato alla parallelizzazione degli scheduler di Nova per rispondere alle forti sollecitazioni causate dall'avvio simultaneo di centinaia di istanze.

2016 - Innovation

In rotta verso l’innovazione

I team OVH si sono concentrati sull’arricchimento dell’offerta Public Cloud basata su OpenStack. Questo lavoro si articola su tre assi principali: l’integrazione di OpenStack nell'ecosistema OVH, l’aggiunta di funzionalità inedite come la vRack (utilizzata come supporto a Neutron per estendere le reti private tra più datacenter localizzati in diverse aree geografiche) e l'aggiunta di nuovi componenti software e hardware che offrono migliori prestazioni a livello infrastrutturale e per le istanze degli utenti.

2017 - Upgrade

Aggiornamento dell'offerta e dell'infrastruttura

Le infrastrutture Public Cloud OVH continuano a svilupparsi e le localizzazioni disponibili si moltiplicano man mano che i datacenter esistenti crescono e che nuove strutture sorgono in tutto il mondo. Aggiorniamo costantemente la nostra offerta proponendo istanze con storage locale su dischi SSD, per ottimizzare le prestazioni e rispondere alle esigenze degli utenti che, sempre più spesso, abbracciano la filosofia Cloud. Allo stesso tempo, i nostri team di R&D lavorano alla revisione del processo di aggiornamento delle infrastrutture OpenStack per adottare una versione che si avvicini il più possibile a quella utilizzata dalla Community e proporre patch upstream.
Inoltre, OVH continua l'innovazione includendo nella sua offerta Public Cloud Archive, un servizio di storage a freddo basato su Swift.

La nostra vision e l'integrazione di OpenStack

OVH semplifica l'utilizzo della tecnologia OpenStack

La user experience è una delle priorità degli sviluppatori dello Spazio Cliente Public Cloud OVH. Il loro obiettivo? Semplificare l'utilizzo delle istanze e dello storage OpenStack per gli utenti che non hanno familiarità con servizi di Cloud Computing.

Scopri di più sulla tecnologia OpenStack

I servizi OpenStack presto integrati nella vRack di OVH

Una delle funzionalità più interessanti proposte da OVH è l'estensione a più region delle reti private che collegano le istanze OpenStack. Grazie alla vRack, le istanze possono comunicare tra loro in modo privato da una sponda all'altra dell’Atlantico con una latenza inferiore agli 80 ms. Presto la vRack permetterà anche di interconnettere le istanze agli altri servizi OVH, per moltiplicare le possibilità di utilizzo. Il Public Cloud OVH è spesso utilizzato in caso di sovraccarico delle piattaforme ospitate sui server dedicati o su infrastrutture on premise.

OVH nel Marketplace OpenStack

OVH all’OpenStack Summit di Austin

All’OpenStack Summit di Austin OVH ha condiviso la sua esperienza con la tecnologia open source OpenStack. Utilizzatore attivo dal 2012 e contributor della Fondazione come Infrastructure Donor, OVH ha distribuito su larga scala diversi moduli del progetto open source per fornire istanze e storage on demand.

OpenStack Summit

Il team OVH - OpenStack

  • Adam Kijak (Devop PL)/ @AdamAtOvh
  • Krzysztof Tomaszewski (Tech lead R&D PL)/ @LabedzAtOVH
  • Charles Vaillancourt (Devop CA)
  • Adrien Pensart (Devop CA)
  • Krzysztof Swiatek (Devop PL)
  • Romain Le Disez (Devop FR)
  • Jean-Daniel Bonnetot (Tech Evangelist FR)/ @pilgrimstack
  • Pascal Jaillon (VP Product US)/ @p45c41
  • Deborah Shea
  • Marine Marechal (MarketOp FR)