public cloud  private network

Una connessione privata e flessibile tra istanze

L’arrivo del Software-defined Networks (SDN) nelle infrastrutture Cloud ha aggiunto flessibilità alla gestione delle reti. Il Public Cloud permette di costruire architetture di rete on demand: grazie alla creazione di reti private, è possibile implementare switch virtuali in grado di collegare le istanze del tuo progetto istantaneamente, a caldo e senza interruzioni.

Reti estese tra localizzazioni

Private Network è gestito dalla tecnologia vRack di OVH, con cui è possibile estendere reti private tra diversi datacenter situati in tutto il mondo: in questo modo, è possibiler far comunicare macchine localizzate in diverse localizzazioni utilizzando un canale di comunicazione privato.

Isolamento

È possibile creare fino a 4.000 reti private di livello 2. In concreto il lancio di un Private Network realizza l'implementazione di una nuova VLAN, con comunicazioni accessibili esclusivamente alle risorse ad essa connesse. Questo isolamento permette, ad esempio, di segmentare reti di piano di controllo (Control Plane) e piano dati (Data Plane).

Estensione agli altri servizi OVH

La vRack permette di connettere tra loro diverse soluzioni OVH ed estendere le reti Private Network del Public Cloud per farle comunicare, ad esempio, con il tuo Private Cloud o i tuoi server dedicati. In questo modo, le applicazioni sono ripartite in base alle esigenze mantenendo una trasmissione privata del canale.

Modalità di utilizzo

Disaster Recovery Plan (DRP) verso un’altra localizzazione

Il Public Cloud OVH è disponibile in numerosi datacenter. La realizzazione di un Disaster Recovery Plan usufruisce della capacità delle reti private di estendersi verso altre localizzazioni: in questo modo, tramite una comunicazione sicura, è possibile sincronizzare i propri dati per implementare un DRP semplice ed efficace.

Industrializzazione tramite Terraform

Il driver OpenStack di Terraform permette di amministrare le Private Network del Public Cloud. Per le infrastrutture con un'industrializzazione complessa le reti, sottoreti e porte sono risorse manipolabili utilizzando questo tool “Infrastructure as code”.

Ripartizione del carico tra localizzazioni

Un’applicazione ripartita può essere utilizzata su più localizzazioni senza impatto sulla sicurezza e l’affidabilità delle comunicazioni tra i diversi nodi. I dati di una stessa applicazione o di uno stesso cluster possono transitare da un datacenter all’altro con tempi di risposta affidabili e un’isolamento perfetto.

Operazioni da riga di comando

Creare un Private Network

openstack network create net01

Creare una sottorete con DHCP

openstack subnet create subnet01 --network net01 --subnet-range 10.0.0.0/8

 

 

 

Pronto per iniziare?

Crea un account e attiva i tuoi servizi in un minuto

Cominicia ora

Funzionalità disponibili

Servizio DHCP

Durante la creazione di una rete è possibile assegnare indirizzi dinamicamente. In questo caso, un server DHCP sarà avviato sulla rete per eseguire l’operazione richiesta.

Integrazione DNS

La configurazione DHCP può integrare la definizione dei server DNS della tua rete. In questo modo utilizzerai il server DNS di tua scelta.

Definizione delle classi

I server DHCP possono gestire una configurazione CIDR specifica, assegnando una parte delle classi di indirizzi scelte.

Indirizzi statici o dinamici

È possibile scegliere indirizzi specifici di una rete per una porta o un’istanza. In questo caso l'assegnazione viene sempre effettuata via DHCP, ma è possibile mantenere il controllo del piano di indirizzamento.

Porte non collegate

Le porte delle reti private sono indipendenti dalle istanze ed è quindi possibile scollegarle dalla macchina senza perderle. Questa operazione può rivelarsi utile in alcuni casi di orchestrazione di infrastrutture

tarif public cloud

Fatturazione Private Network

Il servizio Private Network non è fatturato e il traffico su queste reti è gratuito.