Revisione dei datacenter 2019, step 1: Strasburgo, Francia, Europa centrale

Strasburgo, 4 settembre 2018. Il controllo annuale delle nostre infrastrutture è iniziato con i datacenter di Strasburgo, nomi in codice SBG 1, 2, 3 e 4. Ci è servito più di un mese per completare il tour e fare un sopralluogo accurato di 12 delle nostre sedi e dei 28 datacenter localizzati in tutto il mondo, prima del nostro appuntamento annuale, l’OVH Summit, il 18 ottobre a Parigi.

 

Perché questo tour?

Perché il nuovo anno in OVH comincia il 1° settembre, data di inizio del nostro anno fiscale. Come da tradizione siamo quindi andati a salutare l’intera famiglia, in tutto il mondo, e ne abbiamo approfittato per fare il quadro della situazione e stabilire a che punto è lo sviluppo del programma di upgrade e di aggiornamento delle nostre infrastrutture. Abbiamo incontrato tutti i team, prendendoci il tempo necessario per condurre un’analisi e condividere le nostre best practice. È stato il nostro kick off business per il 2019. Naturalmente senza tralasciare la convivialità come bere un bicchiere e pranzare tutti insieme.

Quali sono le novità da SBG?

Iniziamo dall’elettricità: In collaborazione con il nostro fornitore abbiamo messo in sicurezza l’infrastruttura a media tensione e isolato SBG1 da SBG2, i singoli datacenter ora sono sicuri in modo autonomo ed efficiente. SBG3 è stato invece progettato con generatori a bassa tensione e gruppi di continuità (UPS) totalmente indipendenti da SBG1, 2 e 4.

La sede dispone in totale di 10 gruppi elettrogeni BT testati mensilmente per verificare la sicurezza elettrica della sede.

Abbiamo avviato inoltre la messa in funzione del datacenter SBG3 dotato degli standard OVH più recenti, grazie in particolare ai nuovi generatori che ne alimentano una parte. SBG3 avrà una capacità IT di 4 MW e potrà ospitare fino a 25.000 server, il doppio della sua portata attuale.

2 dei 10 generatori del datacenter SBG3 da 1250 kVA ciascuno, con un’autonomia a pieno carico di 48 ore.

SBG 3

SBG 3

L’inaugurazione di SBG3 segna una tappa importante nell’evoluzione di questa sede, per la quale non mancano certo i progetti. Abbiamo avuto l’opportunità di prendere in locazione, con opzione d’acquisto, il terreno adiacente. Questa operazione apre nuove prospettive di ampliamento e molte più soluzioni possibili per la migrazione di SBG1 e SBG4.

Le infrastrutture e i team dedicati hanno superato la caldissima estate. Si è trattato di un vero e proprio test, non solo per le infrastrutture ma anche per tutti i datacenter e i tecnici che monitorano quotidianamente le apparecchiature. Questa prima tappa a Strasburgo ci lascia il ricordo di un team di 30 persone unite e dal grande impegno che, nel contesto dei nuovi standard di qualità OVH, ispira molta fiducia per la crescita della sede.

Per rispondere alle esigenze di sviluppo locale, abbiamo già iniziato le selezioni per assumere nuovi tecnici di infrastrutture e tecnici IT. A buon intenditor...

Giovedì 7 settembre ha avuto luogo la seconda tappa del nostro tour con la visita del datacenter di Limburg in Germania che, grazie alla fibra, si trova a pochi millisecondi da Strasburgo.

François Sterin, Chief Industry Officer