Le 10 regole d'oro per il tuo dominio

Vuoi registrare ? Sceglierlo non è semplice: per quale estensione optare? È meglio usare trattini o no? Prima di completare l'ordine, leggi i nostri consigli e scegli il dominio perfetto per te!

1. Deve essere facile da capire e scrivere

Tutti devono capire e poter scrivere il tuo dominio senza difficoltà!
Se vuoi testare la comprensibilità del tuo dominio, effettua il "test della radio": chiedi a familiari e amici di ascoltare l'indirizzo del tuo sito mentre lo pronunci e poi di scriverlo.
Ti accorgerai presto che non è semplice associare originalità è semplicità.

Esempio:

come si scriverebbe www.33trentini.it? trentatrétrentini.it, trentatretrentini.it, 333ntini.it...

2. Le dimensioni contano!

Ricordati che più è corto e meglio è! :-P
Non riesci a trovare un dominio di meno di 5 caratteri ancora registrabile?
Cerca tra le nuove estensioni che hanno un'ampia riserva di domini corti da cui attingere!

Esempio:

Llanfairpwllgwyngyllgogerychwyrndrobwllllantysiliogogogoch.com è un comune dell'isola di Anglesey, in Galles. Con i suoi 58 caratteri, ha il nome di città più lungo d’Europa.

t.co (Twitter), fb.com (Facebook) invece, sono domini cortissimi, facilmente riconoscibili e quindi molto ambiti.

3. Parole chiave: semplice è meglio!

Anche se è consigliato non abusarne, le parole chiave sono importanti per il posizionamento sui motori di ricerca, perché guidano l'utente al tuo sito.

Esempio:

davide-webagency.com è un approccio corretto, mentre davide-webagency-sitowebdidavide.com non lo è.

4. Esplora il tuo mercato

Pensare ai tratti specifici del Paese in cui agisci va bene ma pensare al mercato e ai clienti è ancora meglio.

Esempio:

Consideriamo una società italiana che ha il suo sito con estensione .it e .com. Questa società avrà sicuramente clienti anche in Svizzera o in altri Paesi in cui viene compresa la lingua italiana. Sarà quindi importante proteggere il dominio dell'azienda anche per estensioni come il .ch.

5. Evita cifre e trattini

Facendo riferimento al primo punto, le cifre e i trattini all'interno del dominio possono portare confusione durante il "test della radio", senza considerare le penalità applicate da Google ai domini che ne contengono troppi.
Se il tuo dominio è formato da più parole, però, le versioni con i trattini sono importanti: non utilizzarle come indirizzo principale, ma per proteggere il tuo marchio da eventuali tentativi di furto.

Esempio:

Il dominio per "Davide Web Agency Messina" sarà DavideWebAgencyMessina.it. Sempre più spesso, i nomi lunghi dei marchi utilizzano, soprattutto nelle pubblicità, lettere maiuscole o colorate per distinguere facilmente le diverse parole che compongono il dominio.

6. Scegli l'estensione giusta

Esistono estensioni per tutti i Paesi che sono fondamentali per il referenziamento locale del tuo sito.
In Italia è meglio usare il .it, in Germania il .de. Non esistono ancora estensioni per luoghi fittizi, ma presto potremmo arrivarci!
Esistono poi estensioni come la .tv, un tempo dedicato al Tuvalu (arcipelago polinesiano dell'oceano Pacifico) e ormai riserva di caccia per eccellenza dei media. Lo stesso vale per il .fm, all'inizio riservato alla Micronesia francese.

Esempio:

last.fm e rai.tv sono due casi che parlano da sé.

7. La sicurezza, la tua ricchezza più grande

Più il tuo marchio e il tuo prodotto sono conosciuti, più saranno presi di mira dai "cybersquatter".
Ti consigliamo di registrare il tuo dominio in diverse varianti (con e senza trattini), comprese le versioni IDN (che utilizzano caratteri accentati o caratteri non latini, come quelli dell'alfabeto cirillico, arabo, cinese, ecc...). Presta particolare attenzione anche al pointsquatting, che consiste nel registrare un dominio eliminando il "." tra il "www" e il nome del tuo marchio.

Esempio:

www.davide-webagency.com è diverso da wwwdavide-webagency.com. Se venisse utilizzato ad esempio in un'email di phishing, l’illusione sarebbe perfetta.

8. Il futuro è già qui!

Pensa alla tua crescita a lungo termine: se non sei ancora presente nel mercato inglese, non significa che non lo sarai in futuro. Se non proteggi il tuo .co.uk rischi che, quando arriverà il momento, il dominio sia già registrato... e che ti venga proposto in vendita a un prezzo molto alto!

9. Attenzione ai brand!

Non dimenticare che se una marca identica al tuo dominio è già registrata, ne stai potenzialmente violando i diritti e potrebbe essere riconosciuta la tua responsabilità.
Perché rischiare? Effettua una verifica prima di registrare il tuo dominio!
Ti consigliamo di eseguire una rapida ricerca sul sito dell'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, dell'Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale (EUIPO) e del World Intellectual Property Organization (WIPO) per i marchi internazionali.

10. Translations are important!

Ciò che ha senso nella tua lingua può non averlo in un'altra. Ad esempio, lo slogan del cibo per gatti "Felix" era "Cats like Felix like Felix": la parola "felix" non ha assonanza con la parola "happy", felice in inglese, il gioco di parole funziona soltanto con lingue neolatine...

Verso l'infinito... e oltre!

Seguire questi consigli ti permette di limitare i rischi (cybersquatting, deviazione del traffico) e scegliere al meglio il tuo dominio. Adesso non ti resta che passare alla pratica: accedi subito al sito www.ovh.it/domini!